La libertà di viaggio è senza dubbio impagabile, ma a volte un minimo di “preparazione” aiuta ad evitare brutte sorprese, perdite di tempo, delusioni. Questo vale per la scelta della destinazione, il viaggio, le soste, i campeggi. Questi ultimi è importante che siano in linea con il/i viaggiatore/i.
Il quale si trova ad operare una scelta tra:

Un campeggio molto grande, sorta di villaggio-vacanze, con offerta di mobil-home e alloggi glamping, animazione per bambini e adulti, ristorante, supermercato

Campeggio di dimensioni ridotte, tranquillo, silenzioso, vendita di prodotti locali (vino, olio, pane). Insomma, minimalista

Fatta la disamina e capito qual è il tipo di campeggio più in linea che le proprie aspettative, con i propri gusti, si sceglie. Digitando minicamp se si intende visitare Slovenia, Croazia, Bosnia, tanto per fare un esempio, si perde molto meno tempo visitando i siti inseriti sotto questa voce. Si tratta di campeggi con una capienza limitata, di dimensioni ridotte, tendenzialmente tranquilli, in alcuni si posso acquistare prodotti del luogo (vino, olio, frutta). Si trovano in porzioni di terreno del proprietario, che lo gestisce come un bed & breakfast. Garantiti sono i servizi basici, ossia: elettricità, carico/scarico, blocco bagni/docce. Qualcuno dispone anche di una piccola piscina. Evidenziare in giallo: costano molto meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *