non si può fare a meno di:

Il tavolino da campeggio non può mancare nell’attrezzatura del viaggiatore itinerante. Mangiare all’aperto la colazione, il pranzo e la cena (tempo permettendo) è impagabile. Consente di non stringersi come sardine, e anche di non non sbriciolare come Pollicino all’interno del mezzo.

Altro elemento utilissimo. E non solo in caso di stazionamento libero (nel qual caso, ce n’è bisogno di più d’una), ma anche in campeggio. Vero che i rubinetti sono presenti, ma a volte non sono vicino alla piazzola, oppure bisogna attraversare quella del vicino per arrivarci, e dunque una tanica d’acqua a disposizione è sempre una buona cosa. Per una sciacquata alle mani o ai piedi, per inumidire la spugnetta con cui si pulisce, per togliere la sabbia dalle ciabatte infradito.

Questo sacco a pelo è utilizzabile in tre stagioni, estate, primavera, autunno. E’ leggero e impermeabile, dimensione per adulti e bambini. Si pulisce facilmente in lavatrice, è dotato di una sacca a compressione con cinghie, che consente una comodo trasporto.

Per l’estate, invece, se si viaggia in luoghi caldi, è più indicata questa tipologia di sacco a pelo molto leggero. E’ in tessuto morbido, in fibre poliesteri da 110g/mq, più soffici e comode. Inoltre, questo tipo di tessuto è molto resistente all’usura, alle grinze, alla deformazione, è facile da lavare e si asciuga molto velocemente.

Zaino, la 24 ore del vagabondo…

Il trolley è per chi viaggia in aereo o treno, la valigia per chi viaggia in auto, lo zaino…per il viandante. Che la sua casa in movimento sia una tenda, un camper o un caravan, lo zaino è il suo fedele compagno di viaggio. Le tipologie sono tante e diverse, poichè dipende dal viaggiatore e dalla sua meta. Uomo, donna, bambino, cane; alte vette, dolci colline, laghi, mare, boschi, città. Svolge la propria funzione, poi si lascia piegare docilmente e riporre senza occupare troppo spazio, aspetto fondamentale per il nomade che deve razionare il poco spazio a disposizione.

E non pensiamo che esistano solo per contenere felpe o sacchi a pelo…per l’appassionato di fotografia, questo zaino è un vero e proprio scrigno

Questa è proprio un’ideona furba per non passare mezza giornata a cercare tutte quelle cose, e anche altre. Quasi quasi me la metto pure in camera, in cucina, in bagno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *